Il judo e l'equilibrio

I benefici del judo sull'equilibrio fisico e personale

Il judo e l'equilibrio - Articoli  - sporting napoli articoli

Come otorinolaringoiatra mi è facile discutere dei vantaggi della pratica del judo sull'equilibrio in senso stretto.

Nel Judo infatti l'equilibrio gioca un ruolo fondamentale ed intorno a questo tema ruota tutta la sua filosofia: “bisogna sempre mantenere la posizione di equilibrio e provocare lo sbilanciamento del compagno”.

L’apparato vestibolare consente durante i movimenti di mantenere la posizione eretta anche in opposizione alla forza di gravità, regolando il rapporto statico e dinamico tra il corpo e lo spazio.

Tale sistema è complesso ed è regolato dall’integrazione a livello centrale d’informazioni provenienti da diversi organi sensoriali periferici. Uno di questi è rappresentato dall'orecchio interno che si trova in profondità nell'osso temporale ed in cui convivono due sistemi anatomicamente integrati: la coclea, organo dell'udito ed il Labirinto posteriore, organo dell'equilibrio.

Il labirinto posteriore in particolare, si avvale di due tipi di sensori dotati di funzioni diverse: l’utricolo ed il sacculo che sono attivati da accelerazioni lineari e gravitazionali ed i  canali semicircolari (posteriore, superiore e laterale) che sono disposti secondo i tre piani dello spazio ed attivati da accelerazioni rotatorie.

In tal modo i centri nervosi ricevono informazioni dall’apparato vestibolare sia sui movimenti che sulla posizione del capo nello spazio e l’integrazione di tali informazioni consente il controllo sia dei movimenti oculari e che dei riflessi posturali.

Anche Il sistema visivo ed il sistema propriocettivo dei muscoli e delle articolazioni cooperano con quello vestibolare in maniera automatica e grazie a questo meccanismo, quando per una qualsiasi ragione viene a mancare una delle tre informazioni (ad esempio, chiudendo gli occhi), le altre due suppliscono, permettendo al corpo di mantenersi in equilibrio.

Un conflitto di informazioni fra i sistemi vestibolare, visivo e propriocettivo può talora determinare una sensazione d’instabilità fino ad una sintomatologia vertiginosa oggettiva caratterizzata da una sensazione illusoria di movimento con fenomeni neurovegetativi associati (nausea e vomito).

Il judo tende a migliorare la funzione dell’equilibrio sviluppando un senso di stabilità fisica e mentale.  

E’ facilmente comprensibile come l’esercizio del judo, se eseguito con costante regolarità, rappresenti un training di indiscussa e particolare importanza nell’apprendimento della coordinazione automatica dei movimenti e quindi nel mantenimento dell’equilibrio, anche nelle situazioni più diverse.

L'allenamento sulle cadute, la ripetizione sistematica di movimenti di rotazione, flessione eccetera senz'altro può essere considerata una ginnastica riabilitativa per l'apparato vestibolare ed educativa, per migliorarne le prestazioni.

Nozione comune infatti come, in caso di patologia dell'orecchio interno, accanto ad una terapia medica viene sempre affiancata una ginnastica riabilitativa che consente il recupero dell'equilibrio in pazienti con danni al labirinto.

Tutto ciò per stimolare il compenso centrale data la plasticità e le capacità di recupero del nostro sistema nervoso. 

Ma da judoka è di un altro equilibrio in senso lato che vorrei parlare.

La disciplina che accompagna il judoka nel suo percorso educa il corpo e la mente alla esecuzione di un movimento perfetto ed al controllo delle reazioni istintive, migliorando l'abitudine alla socializzazione ed al rispetto; elementi fondamentali per lo sviluppo di una personalità equilibrata.

Altro aspetto non meno importante, infine, è il combattimento leale che abitua alla competizione contribuendo a ridurre l'ansia da prestazione che inevitabilmente accompagna ognuno di noi, quando chiamati a rispondere.

Judo è equilibrio, fisico e mentale.

Dr. Giuseppe Panetti - Otorinolaringoiatra

scritto il 14 feb 2017
Condividi questa pagina su:

Forse possono interessarti anche i seguenti articoli

Il "NO", il limite e la libertà nel judo

Il "NO", il limite e la libertà nel judo

Come si coniuga la disciplina del judo con la libertà del bambino?

Judo e forza esplosiva

Judo e forza esplosiva

Accelerare, balzare, sollevare

I kata

I kata

Forma, etichetta e meditazione